Dopo il punto interrogativo è sempre necessaria la maiuscola?

Si può continuare con la minuscola solo sporadicamente, quando il discorso continua.


Il punto di domanda è un segno di chiusura della frase che richiede di procedere con la maiuscola come nel caso del punto fermo.

Solo sporadicamente, quando la domanda è integrata all’interno di una frase e il discorso continua, è possibile trovare esempi d’uso seguiti dalla minuscola:
C’è chi pensa (sarà davvero così?) che esistano i fantasmi.
Ti credo – e perché mai non dovrei crederti? – se mi dici che sei stanco!

I casi in cui un autore sceglie di procedere con la minuscola e di continuare il discorso anche fuori dagli incisi sono documentati in vari testi sin dall’Ottocento, persino nei Promessi sposi (”Che fare? tornare indietro, non era a tempo”), ma sono soggettivi e rappresentano una scelta non obbligatoria: si può preferire di ricominciare con la maiuscola.

Per gli altri dubbi sul segno “?” → Il punto di domanda.